Codici di Fatturazione elettronica

Il D.M. n. 55/2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013, ha fissato la decorrenza degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione (ai sensi dell’art. 1, commi da 209 a 214, della L. n.244/2007).

Dal 31 marzo 2015, il Comune può accettare solo fatture inviate in forma elettronica (secondo il formato indicato all’allegato A del D.M. n. 55/2013).

Inoltre, ai sensi dell’art. 25 del D.L. n. 66/2014, per garantire la tracciabilità dei pagamenti, le fatture elettroniche devono riportare:

  • il codice identificativo di gara (C.I.G.), tranne i casi di esclusione dall’obbligo di tracciabilità (L. n. 136/2010)
  • il codice unico di progetto (C.U.P.), in caso di fatture relative a opere pubbliche.

Se le fatture elettroniche non riportano i codici CIG e CUP (quest’ultimo se previsto), il Comune non potrà effettuare il pagamento.

Per facilitare la predisposizione della fattura elettronica, (il formato è descritto nell’allegato A al D.M. n. 55/2013 e nelle “specifiche tecniche operative del formato della fattura del sistema di interscambio”), il Codice Unitario Progetto (C.U.P.) e il Codice Identificativo Gara (C.I.G.) devono essere inseriti in uno dei blocchi informativi 2.1.2 (Dati Ordine Acquisto), 2.1.3 (Dati Contratto), 2.1.4 (Dati Convenzione), 2.1.5 (Dati Ricezione) o 2.1.6 (Dati Fatture Collegate), in corrispondenza degli elementi denominati “CodiceCUP” e “CodiceCIG”, del tracciato della fattura elettronica. La rappresentazione tabellare è pubblicata sul sito www.fatturapa.gov.it.

Il Comune individua gli uffici abilitati a ricevere le fatture elettroniche inserendoli nell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (www.indicepa.gov.it) che rilascia, per ognuno di essi, un Codice Univoco Ufficio (secondo le modalità dell’allegato D “Codici Ufficio”, ai sensi dell’articolo 3, comma 1, del citato D.M. n. 55/2013).

L’informazione relativa al Codice Univoco Ufficio deve essere inserita nella fattura elettronica in corrispondenza dell’elemento del tracciato 1.1.4 denominato “Codice Destinatario”.

Codici Univoci di Fatturazione Elettronica del Comune di San Giovanni Suergiu:

SERVIZIO FINANZIARIO B33R4O
SERVIZI TECNICI 0Y9DA6
SERVIZI SOCIO CULTURALI 0Q5KVB
SERVIZI AFFARI GENERALI U3WIWL
SERVIZI POLIZIA MUNICIPALE        8ZGWG0
Uff_eFatturaPA UFDZNF

sardegnaSan Giovanni Suergiu (in sardo Santu Giuanni Suèrgiu) è un comune italiano di circa 6.000 abitanti della provincia di Carbonia-Iglesias, nella regione del Sulcis-Iglesiente. San Giovanni Suergiu si trova a circa 70 km a ovest di Cagliari e a circa 5 a sud di Carbonia. Dal punto di vista morfologico il territorio è pianeggiante, il comune si trova infatti nella piana che termina nella vicina laguna di Sant'Antioco

Superficie: kmq 72,28
Provincia: Sud Sardegna
Municipio: via Mazzini, 1 - tel. 0781 69991

Ufficio Protocollo:
tel. 0781 6999312 - fax 0781 6999313

Guardia medica:
via Bellini, 1 - tel. 0781 68179

Polizia municipale:
via Don Minzoni, 4 - tel. 0781 6999361/362 - Fax 07816999363

Biblioteca:
piazza Quattro Novembre, 1 - tel. 0781 6999344

Ufficio postale:
via Di Vittorio, 11 - tel. 0781 68012

Stazione Carabinieri:
Via Pescatori - tel 0781 68022