Contributi canoni di locazione bando 2010

PER LA RICHIESTA DI CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI PER IL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE. ANNO 2010.

IL SINDACO

RENDE NOTO

 

Ai sensi dell’art. 11 della Legge 9 dicembre 1998, n° 431, contenente disposizioni per la “Disciplina delle locazioni e del rilascio degli immobili adibiti ad uso abitativo” e del Decreto del Ministero dei Lavori Pubblici in data 7 giugno 1999, è  indetto un Bando di Concorso Pubblico finalizzato alla richiesta alla Regione Autonoma della Sardegna di contributi integrativi per i canoni di locazione corrisposti sulla base di contratti regolarmente registrati.

 

Il presente bando e la graduatoria dei richiedenti sono finalizzati alla rilevazione del fabbisogno, relativo ai cittadini residenti nel Comune di San Giovanni Suergiu e alla richiesta di finanziamento all’Assessorato Regionale dei LL.PP., che disporrà successivamente l’eventuale stanziamento.

1 - DESTINATARI E REQUISITI

 

Sono ammessi all’erogazione dei contributi i soggetti che alla data della presentazione della domanda sono in possesso dei seguenti requisiti:

A):

-          Cittadinanza italiana;

-          Cittadinanza di uno Stato appartenente all’Unione Europea;

-          Cittadinanza di uno Stato non appartenente all’Unione Europea per gli stranieri che siano muniti di permesso di soggiorno o carta di soggiorno di durata non inferiore ad un anno, ai sensi del Decreto Legislativo n° 268/98, Art. 41;

 

  1. B) Non essere assegnatario di un alloggio di edilizia residenziale pubblica;

 

C)

Destinatari dei contributi sono i titolari di contratti di locazione ad uso residenziale di unità immobiliari di proprietà privata site nel Comune di residenza e occupate a titolo di abitazione  principale o esclusiva. La residenza anagrafica nel Comune deve sussistere al momento della presentazione della domanda.

 

 

Per gli immigrati è necessario il possesso del certificato storico di residenza da almeno dieci anni nel territorio nazionale ovvero da almeno cinque anni nella medesima regione (Decreto Legge 25-06-2008 n.12 – Capo IV art.11, convertito con Legge 6 agosto 2008 n.133).

 

La locazione deve:

  • Risultare da un contratto regolarmente registrato di un alloggio adibito ad abitazione principale, corrispondente alla residenza anagrafica del richiedente.
  • Sussistere al momento della presentazione della domanda
  • Permanere per tutto il periodo a cui si riferisce il contributo eventualmente ottenuto . In caso di interruzione della locazione, il contributo riferito al periodo eventualmente non ancora maturato deve essere restituito entro 10 giorni.

 

Sono esclusi i titolari di contratti di locazione di unità immobiliari classificate nelle categorie catastali A1, A8 e A9.

 

Non sono ammessi i nuclei familiari nei quali anche un solo componente risulti titolare deldiritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su un alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare, ai sensi dell’art.2 della L.R.13/89 sito in qualsiasi località del territorio nazionale.

 

Non sono altresì ammessi i nuclei familiari che abbiano in essere un contratto di locazione stipulato tra parenti ed affini entro il 2° grado, o tra coniugi non separati legalmente.

D)

La concessione dei contributi è subordinata alla sussistenza dei seguenti requisiti:

  1. Fascia A: Reddito annuo fiscalmente  imponibile, complessivo del nucleo familiare uguale o inferiore alla somma di due pensioni minime INPS (per complessivi €.11.985,22)  rispetto al quale l’incidenza sul reddito del canone annuo corrisposto è superiore al 14% (Fascia A);  Importo massimo rimborsabile per la fascia “A” €.3.098,74=.

 

  1. Fascia B: Reddito annuo fiscalmente imponibile, complessivo del nucleo familiare uguale o inferiore ai limiti sotto indicati rispetto al quale l’incidenza sul reddito del canone annuo corrisposto è superiore al 24% (fascia B); tali limiti di reddito si determinano     incrementando progressivamente (+19%, + 43%, + 67%, + 75%) il limite di reddito previsto per l’accesso all’edilizia sovvenzionata, pari ad €.12.943,98= con estensione dei principi di tutela delle maggiori condizioni di reddito rispetto al limite di assegnazione predetto contenuti nella legislazione della Regione per la determinazione del canone di locazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Tali principi, contenuti nell’art.3 della L.R.n.7 del 5-7-2000,vengono riconosciuti in questa sede, tenendo conto della composizione del nucleo familiare interessato come segue:

 

Numero componenti nucleo familiare                             Limite di reddito

1 o 2 persone                                                                          €.15.403,33= (+ 19%)

3  persone                                                                               €.18.509,89= (+ 43%)

4  persone                                                                               €.21.616,44= (+ 67%)

5 o più persone                                                                         €.22.651,96= (+ 75%).

 

Il reddito del nucleo familiare da assumere a riferimento è quello risultante dalla somma dei redditi fiscalmente imponibili riportati nell’ultima dichiarazione fiscale presentata, ai sensi della normativa vigente da ciascuna delle persone che compongono il nucleo familiare, e più precisamente se si tratta di reddito rilevato dal CUD 2010 occorre prendere in considerazione quello riportato a rigo 1, negli altri casi quello espressamente indicato quale “reddito imponibile”.

 

Il nucleo familiare che occorre considerare è quello del richiedente così come risulta composto anagraficamente alla data di pubblicazione del bando comunale.

Il reddito di tale nucleo va diminuito di €.516,46= per ogni figlio a carico come definito dalle norme fiscali in vigore.

 

Ai fini dell’applicazione degli istituti di cui al presente punto si precisa che:

  • Le diverse tipologie di reddito (da lavoro dipendente, autonomo, pensione o altra natura) concorrono alla composizione del reddito complessivo in eguale misura:
  • Ogni componente del nucleo familiare viene computato una unità indipendentemente dal fatto che sia o meno percettore di reddito, che sia o meno a carico e che sia maggiorenne o minorenne.

 

Per la fascia “B” l’ammontare del contributo non può essere superiore a €.2.320,00=.

2 – MODALITà E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

La domanda per l’ammissione all’erogazione dei contributi deve essere presentata in carta semplice in forma di dichiarazione sostitutiva ai sensi della Legge 04/01/1968, n° 15 e del D.P.R. n° 403/98, compilata unicamente su moduli predisposti dal Comune di San Giovanni Suergiu (CA) a partire dal giorno successivo a quello di pubblicazione del presente bando e devono pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune, anche se inviate per posta, entro il termine del 26-07-2010.

 

L’Amministrazione Comunale declina ogni responsabilità in ordine ai disguidi postali.

 

La domanda dovrà contenere:

 

  1. a) dati anagrafici del richiedente e del proprio nucleo familiare;

 

  1. b) dichiarazione di essere titolare di un contratto di locazione regolarmente registrato ed ammontare del canone annuo di locazione al netto degli oneri accessori;

 

  1. c) dichiarazione di non essere assegnatario di un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica;

 

  1. d) dichiarazione di non essere titolare di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su un alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare, ai sensi dell’Art. 2 della Legge Regionale n° 13/1989;

 

  1. e) in allegato, il reddito fiscalmente imponibile annuo complessivo del nucleo familiare

 

  1. f) fotocopia autenticata del contratto e modello F23 per gli anni successivi alla stipula

 

  1. g) fotocopia delle ricevute di pagamento del canone d’affitto 2009 munite di marca da bollo da €.1,81 firmate del locate a meno che il pagamento non avvenga tramite bonifico bancario o versamento postale

 

I requisiti di cui ai punti d) ed e) si riferiscono al nucleo familiare determinato ai sensi del D.Lgs. n° 109/98 e successive integrazioni e modificazioni.

 

Il requisito di cui al punto c) si riferisce al soggetto richiedente il contributo.

 

Il richiedente esprime altresì nella domanda il consenso scritto al trattamento dei dati personali, ivi compresi quelli sensibili, ai sensi della Legge n° 675/96.

3 –MODULI DI DOMANDA

 

I moduli di domanda sono disponibili presso il Comune – Uffici Servizi Sociali e Scuola.

4 - ENTITà DEL CONTRIBUTO E ALTRE DISPOSIZIONI

 

Il Comune di San Giovanni Suergiu fissa l’entità dei contributi nel rispetto dei limiti massimi indicati dalla Regione Sarda e riportati di seguito.

 

L’ammontare del contributo non può eccedere la differenza tra il canone annuo effettivo, al netto dagli oneri accessori, ed il canone  considerato sopportabile in relazione alla situazione reddituale del beneficiario.

 

Esempio di calcolo dell’ammontare massimo di contributo:

Reddito fiscalmente imponibile, complessivo del nucleo familiare = €.10.000; canone annuo effettivo = €.3.600; canone sopportabile = 10.000 x 14% = 1.400;

Ammontare massimo del contributo = canone effettivo – canone sopportabile.

Quindi:Ammontare di contributo = €.3.600= - €.1.400 = €.2.200.

 

Il numero dei destinatari dei contributi e l’ammontare degli stessi verranno successivamente definiti dal Comune sulla base delle risorse finanziarie eventualmente messe a disposizione dalla Regione per questa finalità e seguendo una graduatoria ordinata secondo il reddito.

 

In considerazione del fatto che l’importo trasferito dalla Regione potrà essere insufficiente a coprire l‘intero fabbisogno di ciascun Comune, per ragioni di equità e parità di trattamento, l’indirizzo generale fornito è quello di operare la riduzione proporzionale dei contribuiti di tutti i richiedenti inseriti nelle fasce A e B.

 

Il contributo sarà eventualmente erogato tenendo conto dei mesi di validità del contratto di locazione. Per il calcolo del numero dei mesi non si tiene conto delle frazioni di mese inferiori ai 15 giorni.

 

I contributi saranno, eventualmente, erogati secondo tempi e modalità da stabilirsi e comunque subordinatamente rispetto allo stanziamento regionale.

 

La graduatoria dei richiedenti sarà esposta all’Albo Pretorio del Comune e successivamente inviata alla Regione Sarda entro il  31 Luglio 2010.

 

Potranno essere presentate, eventuali, osservazioni entro 10 giorni dalla sua pubblicazione. Decorso tale termine s’intende definita.

 

Sono fatte salve eventuali nuove disposizioni della Regione Sarda.

 

Nel caso di concessione del contributo potranno essere eseguiti controlli diretti ad accertare la veridicità delle informazioni fornite. La resa di dichiarazioni non veritiere nell’ambito del procedimento è causa di decadenza del beneficio. Le somme indebitamente percepite saranno oggetto di recupero da  parte del Comune.

 

Per quanto non espressamente previsto dal presente bando, si fa riferimento all’art. 11 della Legge 09/12/1998, n° 431, al Decreto del Ministro dei Lavori Pubblici in data 07/06/1999 e alle disposizioni impartite dall’Assessorato Regionale dei LL.PP. con nota n° 16544 del 15-7-2005.

 

Per informazioni rivolgersi a: Uffici Comunali competenti ' 0781/6999341– Sede Municipale Piazza IV Novembre sn.

Il Sindaco

F.to  Dr.Enrico Piras

sardegnaSan Giovanni Suergiu (in sardo Santu Giuanni Suèrgiu) è un comune italiano di circa 6.000 abitanti della provincia di Carbonia-Iglesias, nella regione del Sulcis-Iglesiente. San Giovanni Suergiu si trova a circa 70 km a ovest di Cagliari e a circa 5 a sud di Carbonia. Dal punto di vista morfologico il territorio è pianeggiante, il comune si trova infatti nella piana che termina nella vicina laguna di Sant'Antioco

Superficie: kmq 72,28
Provincia: Sud Sardegna
Municipio: via Mazzini, 1 - tel. 0781 69991

Ufficio Protocollo:
tel. 0781 6999312 - fax 0781 6999313

Guardia medica:
via Bellini, 1 - tel. 0781 68179

Polizia municipale:
via Don Minzoni, 4 - tel. 0781 6999361/362 - Fax 07816999363

Biblioteca:
piazza Quattro Novembre, 1 - tel. 0781 6999344

Ufficio postale:
via Di Vittorio, 11 - tel. 0781 68012

Stazione Carabinieri:
Via Pescatori - tel 0781 68022